WALKING RACE PODĚBRADY WALKING, 10 ottobre 2020

Portiamo risposte, commenti, opinioni e profili di personalità dell'88° International Walking Races PODĚBRADY RACE WALKING, che si è svolta nel termine alternativo del 10 ottobre 2020, ovvero sei mesi dopo la data originariamente prevista del 4 aprile 2020! 

GARA 5KM MASTER + GIOVANI:

INTERVISTA DOPO LA 5KM - Josef Smola:

GARA 20KM FEMMINILI:

INTERVISTA DOPO LA 20KM DONNE - Tereza Ďurdiaková:

GARA SU 20KM UOMINI:  

INTERVISTA DOPO LA GARA DELLA 20KM UOMINI - Lukáš Gdula:

 

La cometa ambulante Ďurdiaková ha sconfitto Drahotová ed è la campionessa della Repubblica Ceca! Hlaváč rallentò la sua condanna e difese così Gdul, il campione della Repubblica Ceca.

RISULTATI COMPLESSIVI

FOTODOCUMENTAZIONE:    Giovani e veterani      eny       Muzi

 Tereza Ďurdiaková ha sconfitto Anežka Drahotová e sabato nella sua prima stagione di camminata è diventata la campionessa della Repubblica Ceca per 20 chilometri. Quinta nell'ordine assoluto di gara al meeting internazionale di Poděbrady Walking, ha vinto l'italiana Antonella Palmisanová. La vice-campionessa europea in carica Drahotová ha perso cinque secondi contro la sua collega ceca meno esperta e si è classificata sesta assoluta. La gara maschile è stata vinta dal favorito svedese Perseus Karlström (1:19:43), medaglia di bronzo ai Mondiali dello scorso anno. Lukáš Gdula ha vinto il sesto titolo casalingo all'età di 1 anni, chiudendo 27° assoluto a 07:XNUMX:XNUMX.

Ďurdiaková non si aspettava il titolo

Il ventinovenne Ďurdiaková, due volte medaglia del campionato ceco di maratona, ha sconfitto Drahotová il 9 agosto a Rumburk durante la corsa su pista di 20 metri. Oggi i due hanno tenuto insieme gran parte della pista e la decisione è stata presa nell'ultimo chilometro del circuito. C'era un Ďurdiaková più veloce, che ha vinto il titolo in 000:1:33. "È stato inaspettato per me. Ho avuto modo di camminare per caso che mi ero infortunato, volevo provarlo. Più mi sono avvicinato alla tecnica, più mi sono divertito e ora è molto più piacevole per me che correre ", ha detto in diretta su Facebook federale. Drahotová, il cui coronavirus ha vanificato praticamente tutti i piani di quest'anno e complicato la sua preparazione con il nuovo allenatore australiano Brent Vallance, ha ammesso di non essere al top della forma. "So sicuramente dove sono i miei limiti. Il tempo non mi delude, è così che l'avevo programmato. Ma non mentirò, ovviamente mi dispiace non aver difeso il titolo ceco", ha detto il cinque volte Campione ceco con un record personale di 54:1:26.

La medaglia di bronzo ai Mondiali 2017, Palmisanová, ha vinto il limite olimpico nella piovosa Poděbrady. La seconda brasiliana Erica de Senová (2017:1:28) e la terza Glenda Morejónová dall'Ecuador (40:1:31) sono scese sotto il limite di 00:1:29.

Hlaváč è stato rallentato dalla punizione

Anche il ventitreenne Vít Hlaváč è stato vicino al primo titolo ceco, e dopo quindici chilometri ha gareggiato nel più esperto Gdul. Ma poi ha dovuto scontare una condanna di due minuti per avvertimenti. "Ho preso quasi tutti i bersagli all'inizio. Ho avuto un po' di problemi a stabilire lo stile e la velocità per far piacere ai giudici. Mi sentivo forte su quei sedici anni, volevo andare da una persona. 40 secondi persona , "si lamentò poco dopo aver superato il traguardo alle 1:28:21. Durante la sua permanenza nel territorio criminale, gli è venuto davanti Gdula, che ha perso ai campionati cechi solo una volta dal 2014 all'età di vent'anni. Oggi ha vinto per un minuto e quattordici secondi. "Vítek oggi era più forte di me, ma purtroppo è finito in zona di rigore per due minuti. L'ho impedito lì e non mi ha raggiunto. Il tempo è relativamente solido, perché quest'anno l'allenamento è stato influenzato dal corona e problemi di salute".

WEB PODEBRADY WALKING

 

Tradizione Poděbrady: dagli inizi dell'atletica alla mondanità attuale

La storia delle gare Chodec legate a Poděbrady risale al secolo scorso, ma la lunga tradizione non sta certo tramontando al momento, anzi. La sua freschezza è testimoniata da almeno due eventi eccezionali: nel 1997, l'atletica ceca ha festeggiato cent'anni con una Coppa del Mondo di successo, e l'anno prossimo un'élite da tutta Europa si riunirà qui in un evento simile e nel 120esimo anniversario della nazionale "regina dello sport".

DSC0886Va notato che l'inizio è stato piuttosto simbolico, la gara non ha avuto luogo fino alla fine degli anni '1932. Fu solo con l'introduzione del 1929° Walking Festival alle Olimpiadi di Los Angeles nel XNUMX che tre anni prima ebbe luogo una nuova premiere, nel XNUMX. Ad eccezione dei quattro anni di guerra, "Poděbrady" si tiene regolarmente.

Come ricordo della storia famosa, citiamo alcuni nomi. Jaroslav Štork-Žofka dell'AC Sparta ha vinto cinque volte negli anni '4, il cui miglior tempo di 40:1946 è durato fino al 4. A quel tempo, il leggendario Josef Doležal ha trionfato per la prima volta e la prestazione di 23:40:4 è stata la prima dei suoi tre record mondiali. Esclusivamente "Poděbrady", con il tempo che stringe fino a 16:06:1954 (1949). Tra il 1955 e il 1978, ha aggiunto sette vittorie di fila insuperabili. Ha stabilito il suo record mondiale qui a 3:41:20, solo il cecoslovacco Pavol Szikora è riuscito ad avvicinarsi a lui sulla pista classica, dieci anni dopo è scappato in 3:46:52.

Tutto ebbe inizio alla fine dell'Ottocento, quando furono istituite le prime società o competizioni sportive. La corsa Chodecký da Karlín a Praga a Poděbrady per 50 chilometri ha avuto la sua prima edizione nel 1894, due anni prima delle prime Olimpiadi moderne. I responsabili di questo sono stati i pedoni (all'epoca un termine per i pedoni) dell'AC Královské Vinohrady, che ha gareggiato per il titolo di campionato del club in pista.

La città di Elba ha vissuto una grande vacanza nell'aprile 1997. Mille partecipanti e il loro entourage, la presenza personale dell'allora presidente della IAAF Prima Nebiol. Tutto grazie all'organizzazione della 18a Coppa del Mondo. I concorrenti hanno ripagato il Poděbrady con grandi prestazioni, le migliori di quell'anno: l'ecuadoriano Jefferson Pérez ha chiuso ventesimo in 1:18:24, lo spagnolo Jesús Ángel García cinquanta in 3:39:54.
 

Il socio accomandatario dell'evento è l'azienda SMOLA KONSTRUKCE sro  

 

Tradizione Poděbrady: dalla culla dell'atletica attuale alla mondanità ceca

L'8 aprile 2017 si svolgerà l'85a edizione della gara di marcia su una superficie recentemente ricostruita nel parco termale di Poděbrady. E ancora una volta non sarà solo un campionato nazionale su una pista di 20 km. I marciatori cechi misureranno le loro forze con i rivali internazionali all'interno di una gara internazionale o di un incontro sotto gli auspici della European Athletic Association. È un'opportunità ideale per soddisfare i criteri di nomina per i migliori eventi.

DSC0866La storia della marcia associata a Poděbrady risale al XIX secolo. Tuttavia, una lunga tradizione non esiste attualmente, al contrario. La sua freschezza è dimostrata da almeno due eventi eccezionali: nel 1997 l'atletica ceca ha festeggiato cento anni con un successo mondiale, e l'anno prossimo l'élite di tutta Europa si ritroverà qui in un evento simile durante il 120 ° anniversario del locale " regina dello sport”.

Tutto ebbe inizio… alla fine dell'Ottocento, quando nacquero le prime società e competizioni sportive. La prima gara di marcia di 50 km da Karlín (a Praga) a Poděbrady si tenne nel 1894, cioè due anni prima dei primi Giochi Olimpici moderni. Il merito va ai pedoni (l'allora termine per marciatori) dell'AC Královské Vinohrady che hanno gareggiato in pista per il titolo di club.

Va notato che l'inizio è stato piuttosto simbolico: nessuna gara ha avuto luogo fino alla fine degli anni '1920. Solo con l'introduzione della marcia di 50 km alle Olimpiadi di Los Angeles nel 1932, tre anni prima - cioè nel 1929 - ebbe luogo una nuova prima. Ad eccezione di quattro anni durante la seconda guerra mondiale, la gara "Poděbrady" si svolge regolarmente. Per quanto riguarda il cambio delle regole (ad esempio per il riconoscimento dei primati mondiali) dagli anni '1990 la gara è stata organizzata presso il circuito cittadino di 1 km all'interno del Parco Termale.

In omaggio alla gloriosa storia... citiamo alcuni nomi. Negli anni '1930, un cinque volte vincitore fu Jaroslav Stork-Žofka dell'AC Sparta, il cui miglior risultato di 4:40 durò fino al 1946. Fu il primo trionfo del leggendario Josef Doležal e la sua prestazione di 4:23:40 fu la prima dei suoi tre record mondiali, che ha ottenuto esclusivamente in "Poděbrady", riducendo il tempo a 4:16:06 (1954). Dal 1949 al 1955 aggiunse sette vittorie consecutive senza eguali. Il limite di quattro ore è stato poi resistito per quasi un quarto di secolo, fino a quando il messicano Raúl González ha battuto il record nel 1978 con 3:41:20. Solo Pavol Szikora (dalla Cecoslovacchia) è riuscito ad avvicinarsi al record su una pista classica dieci anni dopo, quando il suo risultato è stato di 3:46:52.

Nell'aprile 1997 la piccola cittadina sul fiume Elba ha goduto di un grande evento sportivo: mille partecipanti e i loro accompagnatori, presenza personale dell'ex presidente IAAF Nebiolo Prima ... Tutto questo grazie all'organizzazione della 18a edizione della Coppa del Mondo. I marciatori hanno ottenuto ottimi risultati, i migliori di quell'anno: Jefferson Perez (Ecuador) ha percorso la pista di 20 km in 1:18:24 e Jesús Ángel García (Spagna) ha percorso 50 km in 3:39:54.

Il partner principale di Podebrady walking è la compagnia SMOLA KONSTRUKCE sro